Come fotografare la fauna selvatica con una fototrappola?

Come fotografare la fauna selvatica con una fototrappola?

167

Come puoi scattare fotografie splendidamente illuminate di animali selvatici notturni o catturare l’immagine di un animale sfuggente che può passare attraverso il tuo giardino solo una volta alla settimana? La risposta è usare una fototrappola. Ciò comporta l’impostazione della fotocamera e dell’illuminazione in anticipo e quindi l’utilizzo di un rilevatore per attivare la fotocamera quando appare l’animale.

Come fotografare la fauna selvatica

Puoi lasciare una fototrappola pronta per giorni alla volta e lasciare che faccia l’attesa mentre vai a fotografare altri soggetti. Ciò può consentirti di essere più produttivo e ottenere una selezione più varia di scatti.

Le fotocamere da pista sono ampiamente utilizzate per rilevare la fauna selvatica. Tuttavia, producono immagini di scarsa qualità perché hanno piccoli sensori e la fonte di luce è posizionata appena sopra l’obiettivo, causando orribili occhi rossi e ombre innaturali. Per ottenere immagini di alta qualità, è necessario utilizzare una fotocamera DSLR e spostare i flash fuori dalla fotocamera.

Attivazione della fotocamera

I due metodi più comuni per attivare la fotocamera sono utilizzare un sensore di interruzione del raggio o un rilevatore di movimento. I rilevatori di interruzione del raggio sono costituiti da un emettitore e un rilevatore, che attivano la telecamera quando il raggio viene interrotto.

I rilevatori di movimento con ricevitore a infrarossi passivi (PIR) sono costituiti da un singolo sensore, quindi sono molto più veloci e facili da configurare rispetto agli emettitori di raggi e ai rilevatori. Sono anche passivi, quindi consumano molta meno batteria.

Impostazioni della fotocamera

La difficoltà con il fototrappolaggio è che non sai quando l’animale si presenterà, quindi le impostazioni della fotocamera devono esporre correttamente la scena in tutte le condizioni di luce.

Il metodo più semplice è utilizzare la fotocamera in modalità Av e impostare il flash in modalità TTL, in modo che la fotocamera determini automaticamente l’uscita. Potresti voler utilizzare più flash per riempire le ombre e illuminare lo sfondo di notte.

Imposta la fotocamera sulla messa a fuoco manuale e metti a fuoco sulla zona di attivazione. È quindi possibile impostare la fotocamera in modalità scatto singolo o in modalità scatto continuo, a seconda del soggetto e delle esigenze.

Alimentare i tuoi flash

Un flash richiede che il suo condensatore sia carico per poter essere attivato. Tuttavia, un condensatore si scarica nel tempo, quindi deve essere costantemente rabboccato. Se il flash viene lasciato acceso, questo potrebbe scaricare completamente le batterie nel corso di una sola notte. Puoi aggirare questo problema lasciando dormire il tuo flash, ma poi potrebbe non essere pronto a sparare subito e potresti perdere lo scatto. Hai tre opzioni per affrontare questo problema:

  • Disattiva la funzione di sospensione del tuo flash: il tuo flash sarà sempre pronto a scattare, ma probabilmente dovrai cambiare le batterie ogni giorno o hackerare l’alimentatore.
  • Usa un flash che trattiene bene la carica, anche quando dormi.
  • Lascia dormire i tuoi flash e imposta la fotocamera in modalità di guida continua con una breve velocità dell’otturatore. Il primo e il secondo colpo possono essere neri, ma alla fine i tuoi flash si caricheranno e si attiveranno.

Proteggi la tua attrezzatura

L’ultima cosa da fare è mimetizzare, impermeabilizzare e proteggere la tua attrezzatura. Le coperture antipioggia possono essere realizzate con teli di plastica e io uso una rete di tela per mimetizzarmi. Se hai bisogno di protezione da animali avrai bisogno di un robusto alloggiamento protettivo.

Una volta che tutto è impostato, ti consiglio di lasciare laFOTOTRAPPOLA il più a lungo possibile per massimizzare le possibilità di ottenere risultati. Dovresti visitarlo regolarmente per cambiare le batterie

Posiziona la tua trappola fotografica

I posti più produttivi che ho trovato per posizionare le mie trappole sono i sentieri degli animali, in particolare quelli che attraversano un ostacolo difficile come un fitto cespuglio, una linea di recinzione o una sponda




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *