Come riscaldare casa senza termosifoni?

Come riscaldare casa senza termosifoni?

169

Ti sei mai fatto questa domanda? Come riscaldare casa senza termosifoni?

Sicuramente la maggior parte degli italiani avranno almeno pensato se realmente mai possa esistere un metodo per riscaldare casa senza dover per forza contare sulla caldaia e quindi accendere l’impianto di riscaldamento.

Un pensiero più che giusto considerando i costi sempre più alti del gas che arriva nelle nostre case.

Partiamo dal fatto che sicuramente questo dell’accensione dei riscaldamenti è il metodo più diffuso per combattere il freddo. I termosifoni sono lo strumento ideale nell’immaginario comune per ovviare alle gelide temperature invernali.

La buona notizia è che riscaldare casa senza dover accendere i riscaldamenti è possibile, basta solo (per modo di dire) effettuare una valutazione del fabbisogno termico di casa tua.

Questa valutazione servirà per capire quale sia la tua alternativa ideale. Si parla di alternativa ideale perché si può  riscaldare casa senza termosifoni in svariati modi e per questo è consono fare delle valutazioni per capire quale sia l’alternativa adatta a noi.

Dove trovare queste alternative al riscaldamento con i termosifoni?

Sembrerà strano a dirsi ma le più comuni alternative si trovano in commercio in tutti i negozi di bricolage e sono metodi abbastanza efficaci contro il freddo e senza dover accendere i caloriferi

Vediamo quali sono alcuni metodi di riscaldamento alternativi ai termosifoni ed i loro vantaggi.

Riscaldamento con scaldino

Un’alternativa al riscaldamento con i termosifoni è rappresentata dal riscaldamento elettrico come le stufe a resistenza e termoventilatori. Queste stufette sono comodissime perché possono essere poste ovunque si voglia e spostate all’occorrenza di chi abita in casa.

Come riscaldare casa senza termosifoni?

Come ogni vantaggio sicuramente ci sono degli svantaggi in ogni cosa. Infatti le stufette elettriche, volgarmente chiamate da molti scaldini, sono famose per avere un elevato consumo di energia elettrica (fino a 2000Watt).

Si consiglia di utilizzarlo come metodo alternativo al riscaldamento con termosifoni solo per brevi periodi di tempo (pochi minuti) e in camere piccole.

Un’alternativa agli scaldini sono le stufe alogene e al quarzo che consumano un po’ meno ma comunque anche loro si fanno sentire in bolletta (1200w -1800w). Ovviamente questo consumo minore si traduce in un raggio di azione inferiore agli scaldini e quindi dovrai starci attaccato se vorrai utilizzarli.

C’è una soluzione elettrica a risparmio energetico

L’unica a soluzione elettrica con un minimo di risparmio energetico che si possa considerare tale è quella delle stufe a infrarossi. In questo modo puoi trovare la giusta quadra del rapporto riscaldamento/costi.

Come riscaldare casa senza termosifoni?

Per chiudere questo capitolo ricordiamo però che questi apparecchi da soli non bastano a riscaldare una casa intera.

Sicuramente fa comodo per chi utilizza solo determinati ambienti di casa e non vive tutte le stanze dell’abitazione.

Riscaldamento con stufe a Gpl

La classica stufa con il bombolone di gas GPL ad alimentarne il suo funzionamento. Sono il classico metodo che si utilizzava quando non c’erano i riscaldamenti con i termosifoni in tutte le case.

Riscaldano stanze anche abbastanza grandi in poco tempo. Non c’è bisogno di elettricità per alimentarle a suo vantaggio e possono essere trasportate negli ambienti con facilità.

Forse è la soluzione migliore per la maggior parte di quelli che vogliono riscaldare casa senza termosifoni.

Riscaldare casa con stufe portatili a liquido

Esistono anche stufe che hanno una combustione a liquido come metodo di riscaldamento
sono un’alternativa conveniente e vantaggiosa, con un basso consumo energetico e dall’alto rendimento. Queste stufe sono portatili e sono adatte a tutti gli ambienti.

Come in tutte le cose anche le stufe a combustione liquida hanno degli svantaggi e in questo caso è il fatto di rilasciare combustibile nell’aria anche se in quantità molto ridotte. Sarebbe meglio poi arieggiare la stanza quando non sono accese.

Riscaldamento con stufe a pellet

Le stufe a pellet sono diventate molto famose per questa loro efficacia ed ecologia. Un metodo molto valido per riscaldare casa senza termosifoni.

Come riscaldare casa senza termosifoni?
Il pellet è un combustibile naturale non trattato che offre grandi prestazioni e ha costi irrisori.

Anche le stufe a pellet hanno uno svantaggio e cioè il loro costo. Si tratta di un investimento ok, però una stufa a pellet che rispetti parte dai 500€ e può superare i 3000€. Quanto una caldaia che però, a differenza delle stufe, ti eroga anche acqua calda sanitaria.

Quale metodo scegliere per riscaldare casa senza termosifoni

Come abbiamo detto prima il metodo scegliere per riscaldare casa senza termosifoni è una equazione più o meno certa che puoi calcolare facendo le dovute valutazioni sugli ambienti di casa che vuoi riscaldare.

Sono molti i fattori da considerare e non per ultimo c’è anche un fattore di isolamento termico che va tenuto a mente come base da cui partire per fare le dovute valutazioni.

Il riscaldamento è una cosa importante ed è per questo che consigli così preziosi possano provenire solo da un esperto in Assistenza Caldaie a Roma e cioè da un tecnico termoidraulico di Caldaie GCS i cui riferimenti al sito www.caldaiegcs.it




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *