rivestire cassonetti tapparelle

Come rivestire i cassonetti delle tapparelle

117

Vivere in una casa fornita di tapparelle avvolgibili è sicuramente una soluzione piuttosto comode. Manuali o elettrificate che siano, è sempre necessaria la presenza di un cassonetto all’interno della casa. Nonostante ci siano diverse tecnologie che cercano di eludere questa scomoda presenza, è possibile escogitare alcuni interessanti trucchetti per rivestire i cassonetti delle tapparelle, anche quelle più vecchie. Di seguito vi parleremo di alcune soluzioni, consigliate dai professionisti di Fabbro Firenze, per far sì che riusciate ad eliminare questo elemento di disturbo dalla vostra vista.

Rivestire i cassonetti delle tapparelle: coprire con le tende

Le tende sono un elemento presente in praticamente tutti gli arredamenti delle case. Quindi possono essere tranquillamente utilizzate per nascondere i cassonetti delle tapparelle. Si può fare ciò fissando dei binari o dei bastoni a parete, o magari direttamente a soffitto. I tendaggi più abbondanti permettono di distanziarsi di meno dall’infisso, avendo, così, un risultato perfetto. Per quanto riguarda le tende a pannello, essendo comunque formate da singoli tessuti tesi, necessitano di una maggiore di una maggiore cura, dato che la loro trasparenza o i rilievi possono mandare tutto a monte.

Rivestire i cassonetti delle tapparelle: coprire con il colore

Il colore, nel design degli interni, è di importanza fondamentale e può venirvi in aiuto in situazioni come queste o in altre piccole problematiche a livello progettuale. E’ possibile mimetizzare il cassonetto della tapparella magari dipingendolo dello stesso colore della parete nella quale si trova la finestra. In altri casi è possibile è ovviare a questo problema usando il colore per far attirare l’attenzione altrove.

Oppure, in alternativa, potrebbe rivelarsi utile enfatizzare il colore del cassonetto, dandogli un aspetto più “d’effetto”.

Rivestire i cassonetti delle tapparelle: coprire con travi finte

In questo caso l’intervento da effettuare è leggermente più ingombrante. Il cartongesso può aiutarvi in questa soluzione. Infatti potrete inglobare il cassonetto in una finta trave, che si allungherà per tutta la parete, non limitandosi, quindi, al solo infisso. Questa finta trave sembrerà un vero e proprio elemento strutturale, che è possibile sfruttare per risolvere anche altre problematiche, come il passaggio degli impianti.

A questo punto sarà indispensabile creare delle botole di ispezione, sia sulla parte frontale che su quella inferiore della trave, in modo da avere la possibilità di intervenire sul cassonetto in caso di manutenzione o di pulizia.

Un’altra soluzione molto simile a questa consiste nel creare un’intera controparete in cartongesso. La differenza, quindi, sta nell’inglobare non solo il cassonetto, ma al’intero infisso. La finestra, a questo punto, si presenterà arretrata rispetto ai muri interni, a differenza del cassonetto che svanirà nella controparete. E’ anche possibile, nel caso la struttura degli interni lo consentisse, creare solamente una cornice intorno all’infisso, andando a mascherare il cassonetto senza rubare grandi spazi all’ambiente.

Rivestire i cassonetti delle tapparelle: soluzioni a scomparsa

Durante la fase di costruzione o di ristrutturazione è possibile anche prendere decisioni alternative più tecnologiche. Se si ha un cassonetto delle tapparelle a scomparsa, è possibile acquistare dei pannelli ispezionabili che risultano quasi invisibili. Potrete fissarli alla parete senza usare viti e risulteranno molto discreti nell’ambiente generale. Nel caso i cassonetti si trovano tra l’avvolgibile e l’infisso, saranno ispezionabili dall’esterno.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *