Dimagrire? Si può.

110

L’efficacia dimagrante della Sibutramina è da ricondurre alla capacità del principio attivo, e dei suoi due principali metaboliti di primo passaggio, di inibire la ricaptazione centrale di serotonina e noradrenalina. Cioè: riduzione dell’introito di cibo, per l’attivazione di meccanismi di sazietà centrali e incremento del metabolismo di base per attivazione del processo termogenico

Fabiana ha condiviso la sua storia dimagrante.
‘La mia storia è quella classica di chi ha affrontato l’effetto yo-yo con diete sbagliate, spesso aggressive, che mi facevano riguadagnare i chili persi con altissimi interessi. Mi scoraggiavo tremendamente vedendo che appena facevo qualche strappo o saltavo un paio di allenamenti in palestra, il mio peso lievitava di nuovo in modo esponenziale.
La mia fortuna è stata quella di venire a conoscenza delle proprietà dimagranti della Sibutramina grazie a un banner su internet. Dopo una ricerca informativa l’ho acquistato su un farmacia online.
Il peso da cui sono partita era di 115 chili e dovevo arrivare a perderne almeno 40 per avvicinarmi al peso ideale.
Ho seguito una dieta povera di grassi e zuccheri, ma condendomi qualche soddisfazione una volta a settimana. Quello che mi ha sorpreso è stato il senso di fame che non mi tormentava più come prima. Non ho fatto alcuna fatica a rispettare i 3 pasti principali giornalieri intervallati da 2 spuntini, uno mattutino e l’altro pomeridiano.
È filato tutto liscio e dopo 15 giorni ho avuto la curiosità di pesarmi: con mia grande sorpresa avevo già perso 2,7 kg. So che i primi 2 k si dice che siano i liquidi in eccesso, ma per me è stata una novità assoluta. Questo mi ha incoraggiato e mi ha spinto a continuare a impegnarmi. Dopo un mese sono arrivata quasi a 7 kg.’




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *