Fabrizio Palermo (Cdp): l’intervista a “L’Economia” del Corriere

85

Fabrizio Palermo, Amministratore Delegato di Cdp, è intervenuto sul “Corriere della Sera” esprimendosi riguardo il piano in corso, sempre più puntato verso il sostegno delle Pmi. Le sfide da affrontare guardano alle infrastrutture e ai data center.

Fabrizio Palermo, amministratore delegato CDP

Fabrizio Palermo a Corriere Economia: Cdp al fianco delle Pmi italiane

Amministratore Delegato di Cdp da luglio 2018, Fabrizio Palermo si è espresso sui recenti risultati e sui principali dossier del Paese in un’ampia intervista su “L’Economia”, inserto del “Corriere della Sera”. “Si parla spesso di Cdp solo per le operazioni straordinarie ma con questo piano industriale, presentato undici mesi fa, rimettiamo al centro i territori, la capacità di Cdp di fare sistema per lo sviluppo sostenibile dell’Italia ed il 2019 è un anno record sia per i risultati raggiunti sia per la rilevanza delle iniziative e dei progetti lanciati”, ha dichiarato l’AD in apertura di intervista. Il manager punta a rendere Cdp un sostegno ancor più rilevante per le imprese, le infrastrutture e gli enti territoriali. “Noi il risparmio non l’abbiamo mai tradito”, ha sottolineato Fabrizio Palermo, per poi passare ad illustrare il nuovo piano: “Guarda molto alle aziende – 16 mila piccole e medie imprese dall’inizio dell’anno – che Cdp sostiene in misura crescente con finanziamenti e supporto all’export avendo rivisto completamente la sua offerta con prodotti più mirati e accessibili. Vogliamo diventare, anche grazie a un’offerta finalmente digitale, integrata e complementare al sistema bancario, partner di 60mila Pmi entro l’arco del piano”.

Fabrizio Palermo: la sfida delle infrastrutture e dei data center

“Stiamo per chiudere un anno record, il migliore degli ultimi cinque anni quanto a utile netto, solidità patrimoniale e volumi mobilitati sul territorio”, ha dichiarato Fabrizio Palermo ai giornalisti de “L’Economia” del Corriere. Questi risultati sono stati raggiunti “anche grazie ad un incremento delle competenze e della qualità delle nostre risorse. Un piano che guarda al domani, per un’istituzione che da sempre investe nel futuro del proprio Paese”. Per quanto riguarda il tema infrastrutture, Cdp mira a diventare un partner solido per la pubblica amministrazione, nell’ideazione e realizzazione delle opere. Negli ultimi mesi, ha spiegato l’AD, “Cdp ha assunto ingegneri creando un’unità in grado di aiutare gli enti locali a progettare e gestire la realizzazione di opere oltre che la mera erogazione del finanziamento. Questo ci ha portato ad ideare dei veri e propri Piani Città, a finanziare una scuola ogni due giorni, ad aiutare i comuni a liberare risorse da destinare a nuovi investimenti. Oggi siamo impegnati nei principali progetti di trasformazione urbana e valorizzazione di immobili storici”. Per rispondere alle grandi sfide del momento (transizione energetica, economia circolare e formazione), Cdp sta favorendo nuove sinergie industriali. Tra i temi cruciali trattati da Fabrizio Palermo non manca la questione dei data center: “La proprietà di quei dati dovrebbe rimanere nel Paese. Per integrare questa infrastruttura, si potrebbe immaginare una partnership pubblico-privata. Ne stiamo parlando con i nostri omologhi europei”.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *