impianto idraulico quanto costa

Impianto idraulico: quanto costa

63

Quando si acquista casa, in questo caso ci riferiamo ad una casa da ristrutturare o che comunque abbia bisogno di qualche ritocco, è importante garantirsi un impianto idraulico completo e ben funzionante.
In questo articolo parleremo dei costi dell’impianto idraulico.

Se invece sei interessato ad eseguire un intervento di installazione e realizzazione dell’impianto, il consiglio è quello di rivolgerti a dei professionisti del settore. Idraulico Firenze è uno di questi e opera in diverse zone, dunque se abiti in questa città il consiglio va sicuramente su di loro. Ci sono poi altri servizi affidabili presenti nelle diverse città italiane: questi sono presenti online e offrono un’ottima manodopera.

Realizzazione del progetto dell’impianto idraulico

Prima di tutto si procede con il sopralluogo da parte del professionista che abbiamo scelto. Esso può essere il geometra, l’architetto o un ingegnere. Anche se secondo l’ultima normativa non è più necessario un tecnico ma una semplice comunicazione tecnica al comune per comunicare l’inizio dei lavori interni.
Chi sceglieremo si occuperà di progettare il nostro impianto idraulico e ne seguirà i lavori.

Una volta che il progetto è pronto bisognerà ingaggiare la squadra che si occuperà della realizzazione del progetto, precisamente l’idraulico con i suoi operai. La vostra squadra di professionisti è pronta e ora possono iniziare i lavori. Si romperà dove serve. Si inizia col scegliere insieme all’idraulico le tubazioni interne.

Per voi arriva la parte che forse più vi piacerà dal punto di vista estetico e forse vi piacerà meno dal punto di vista economico! Andrete a scegliere la rubinetteria che possiamo definirla la parte esterna dell’impianto idraulico in quanto da questi pezzi l’acqua giungerà a noi ma allo stesso tempo andrà via tramite gli scarichi. Inoltre sceglierete la caldaia, i sanitari nel caso del bagno e il lavello nel caso della cucina e relativi accessori. Tra gli accessori del bagno ricordiamo ad esempio il porta sapone, porta spazzolini, ecc. Tra gli accessori della cucina ci sarà da scegliere se mettere o meno i porta spezie o porta rotoli di asciugatutto.

Impianto di adduzione e di scarico

Qual è la differenza tra l’impianto di adduzione e di scarico?
L’impianto idraulico di adduzione ( che permette all’acqua per uso sanitario di arrivare in casa nostra), ha due linee, quella dell’acqua calda e quella dell’acqua fredda , e l’impianto idraulico di scarico, ossia quello che fa defluire l’acqua di adduzione, che può essere a tubazione singola o doppia. È singola quando sia le acque bianche che quelle nere vengono defluite nello stesso scarico, mentre è doppia quando c’è una linea di scarico per le acque bianche che vengono depurate e una linea di scarico per le acqua nere che finiscono nella rete fognaria.

Realizzazione impianto idraulico: materiali

Il materiale delle tubazioni cambia se si tratta dell’impianto di adduzione o di scarico.
Per quanto riguarda l’impianto idrico di adduzione si usano tubazioni in acciaio zincato ( anche se ormai in verità non si usa quasi più perché costoso e si corrode facilmente ), in rame, in materiale multistrato ( composto da alluminio e materiali plastici, sono tra le tubazioni migliori perché flessibili e si corrodono meno anche in presenza di acqua calda) e in PVC.
Mentre per l’impianto idrico di scarico il materiale che si predilige sono i materiali plastici; nello specifico si possono usare tubazioni in polietilene ad alta densità (PE), polivinilcloruro (PVC), polipropilene (PP). Si opta per questo tipo di tubazioni sia per il costo non esagerato, perché sono leggeri e hanno un’ottima durata nel tempo.

Costi di un impianto idraulico

Tutto quello di cui abbiamo parlato ha un costo. A partire dall’idraulico che per la realizzazione di un bagno standard vorrà pagato il suo onorario tra i 1000,00€ e i 2000,00€ escluso ovviamente il costo dei sanitari e degli accessori.
Per avere un quadro generale dei prezzi dobbiamo conoscere approssimativamente il costo di alcune cose.
Per esempio per il punto acqua ( punto dove si mette il sanitario ) serviranno € 50 – € 120; per l’impianto idrico cucina serviranno € 800 – € 1.800;per l’impianto idrico bagno serviranno € 1.000 – € 2.500;per l’impianto idrico dell’intera abitazione serviranno € 2.000 – € 4.000;
Spesso è bene usufruire di sgravi fiscali messi a disposizione dal Governo per la realizzazione di opere di ristrutturazione. Sono agevolazioni fiscali che si aggirano intorno al 50% del costo finale dei lavori, inoltre è sempre bene farsi fare un preventivo dall’idraulico scelto.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *