Perché non è consigliabile usare disgorganti chimici?

105

Quando abbiamo un problema vogliamo risolverlo subito. Questa è una reazione assolutamente normale soprattutto quando si deve affrontare un problema fastidioso come quello di uno scarico intasato. 

Come si può resistere alla tentazione di correre ad acquistare un disgorgante chimico, versarlo nello scarico intasato e tirare un sospiro di sollievo, pensando “È fatta!”? Si può resistere  pensando che quella che sembra una rapida ed indolore soluzione in realtà è un problema boomerang la cui risoluzione vi richiederà parecchi soldi e fastidi.

Una ditta di Autospurgo Roma, ci aiuta a comprendere quali sono le problematiche a cui potremmo andare incontro utilizzando un disgorgante chimico nei vostri scarichi.

1) Le condutture possono rovinarsi

I prodotti chimici sono ideati per portar via il materiale che causa l’ingorgo. È evidente che essi possono erodere le condutture rovinando irrimediabilmente materiali come l’acciaio zincato, il PVC e il rame.

2) I prodotti sono nocivi per l’ambiente

Se non correttamente riciclato, il liquido può inquinare falde acquifere e danneggiare animali e piante. Per tale ragione è sempre buona cosa evitare di utilizzare prodotti altamente inquinanti e controllare la loro composizione.

3) I prodotti sono tossici 

Acido solforico ed idrocloririco possono essere dannosi per occhi, mucose, pelle e causare problemi potenzialmente gravi sia per chi li usa, anche con  le dovute precauzioni, sia per i più deboli in famiglia come i bambini e gli animali domestici che inconsapevolmente possono avvicinarsi in modo improprio a questi prodotti. I colori vivaci delle bottiglie possono attrarre la loro curiosità.

4) Il risultato non è garantito

Gli scarichi possono essere intasati per effetto di problemi nelle tubazioni che non verranno certamente riparati da un prodotto liquido che anzi potrebbe subire un peggioramento da un trattamento simile. 

 

Qual è l’alternativa  all’uso di un disgorgante chimico? Qualora la problematica sia lieve è senz’altro meglio provare con il metodo meccanico tradizionale come lo sturalavandini a ventosa, a pompa o elettrico. In tutti gli altri casi l’intervento di un professionista è senz’altro da consigliare. Potrebbe non essere un rimedio altrettanto veloce allo scendere al negozio all’angolo per acquistare un disgorgante chimico, ma è senz’altro più risolutivo, meno pericoloso per la salute della vostra famigia e dell’ambiente e, in fin dei conti, per il portafoglio che potrebbe subire un trauma davvero enorme dai danni alle tubature che dai prodotti potrebbero derivare.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *