Berkel: un marchio storico

312

Più di 120 anni di storia hanno reso il marchio Berkel un’autentica icona nel settore delle affettatrici: oggetti funzionali e dal design accattivante, questi macchinari hanno acquisito un valore economico sempre maggiore nel corso del tempo, passando dalle botteghe dei salumieri agli atelier più alla moda. Ma, facendo un passo indietro, com’è iniziato tutto questo? Come è stata prodotta la prima affettatrice della storia? Vediamolo ora insieme.

Wilhelmus Adrianus van Berkel era un macellaio olandese con una spiccata passione per la meccanica e con una tenacia altrettanto sviluppata: il suo obiettivo era quello di costruire una macchina che permettesse di tagliare la carne senza dover utilizzare il coltello. Dopo innumerevoli tentativi e fallimenti, riuscì nel suo intento: egli posizionò una lama concava in rotazione perpendicolare contro un piatto mobile a scorrimento sul quale doveva essere poggiata la carne; così facendo, creò finalmente la prima affettatrice della storia, a cui diede il suo nome.

L’invenzione giunse in un momento storico propizio: intorno alle fine dell’Ottocento, infatti, le classi operaie iniziarono a possedere un certo potere d’acquisto e questo permise loro la possibilità di mangiare la carne. La velocizzazione del lavoro del macellaio divenne quindi un’esigenza: Berkel riuscì ad anticipare i tempi e la sua lungimiranza si tradusse in successo.

In pochi decenni, dall’apertura della fabbrica di Rotterdam del 1898 agli anni Trenta, Berkel divenne un leader mondiale nella produzione di affettatrici e furono lanciati sul mercato diversi nuovi modelli: ma, a partire dal 1952, anno della morte del brillante fondatore, l’azienda iniziò un lungo e inesorabile declino; nel 1991, inoltre, un devastante incendio distrusse lo storico stabilimento nel centro di Rotterdam e la filiera fu trasferita nell’area periferica.

Tra gli anni Novanta e i Duemila la storia di Berkel è stata un continuo susseguirsi di luci e ombre, culminato nel 2014 con l’acquisizione del brand olandese da parte del marchio Rovagnati

Consigli utili

Nel caso siate alla ricerca di un’affettatrice dello storico marchio Berkel, affidarsi a un’azienda specializzata nel restauro e nella riparazione di tali macchinari: La Bottega del Restauro opera a Parma e provincia e assicura alla propria clientela un servizio di assistenza e vendita svolto con grande professionalità ed efficienza.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *