Come proteggere la tua casa dai furti

160

Sempre più frequentemente gli abitanti delle grandi città e non, devono fare i conti con la micro-criminalità e quindi, anche con i furti nelle proprie abitazioni.  Subire un furto o, un tentato furto, significa doversi confrontare con il timore che lo stesso possa ripetersi  e, probabilmente, con una sensazione tutt’altro che di tranquillità nello stare in casa propria.

Per questo e tantissimi altri motivi, al giorno d’oggi, i sistemi di rilevazione delle intrusioni indesiderate sono sempre più ricercati e, soprattutto, necessari.

Come rilevare le intrusioni in casa propria?

Grazie all’avanzare sempre più rapido della tecnologia, ad oggi è possibile monitorare le eventuali intrusioni in casa propria, anche a distanza. A seconda dell’utilizzo e del profilo di rischio delineato, si potrà scegliere lo strumento o la combinazione di strumenti che più soddisfi le proprie esigenze.

In generale, fra gli più importanti, a tal fine, vi sono i rilevatori di apertura e movimento.  Mediante un sistema d’allarme, chi dispone di questi strumenti, qualora si verificasse un’intrusione, riceverà un SMS sul proprio smartphone. 

Il rilevatore antincendio: come funziona

Il rilevatore di incendio wireless prodotto da Ajax System presenta dei sensori di temperatura. In questo modo, quando la temperatura all’interno della stanza si innalzerà in modo eccessivo, quindi nel caso di un forte sbalzo di temperatura e di una importante presenza di fumo, invierà immediatamente una notifica.

Questo rilevatore è in grado di monitorare gli ambienti 24 ore su 24.

Come funzionano i rilevatori di movimento?

Uno degli strumenti prima citati è il rilevatore di movimento come, per esempio, la MotionCam di Ajax System. Lo stesso, per essere attivato necessita di un “hub” ovvero di un ulteriore dispositivo che funga da controllore degli strumenti di sicurezza inseriti nella propria abitazione. La versione più aggiornata di quest’ultimo, è in grado di controllare contemporaneamente 200 rilevatori di apertura e movimento. 

Con il rilevatore di movimento, è possibile individuare gli intrusi nel momento stesso in cui compiono i primi passi nell’abitazione privata e, scattare loro delle fotografie utili alla loro identificazione in meno di 9 secondi. La funzione della fotocamera, si attiva solo ed esclusivamente in riposta ad un allarme pertanto non è possibile scattare delle fotografie su richiesta.

Il rilevatore di movimento, quindi:

  •  rileva il movimento sospetto;
  • lancia l’allarme;
  • cattura le foto istantanee in pochissimi secondi. 

Fra le caratteristiche più rilevanti dei dispositivi più aggiornati vi sono:

  • il filtro per i falsi allarmi;
  • il filtro per le interferenze termiche;
  • l’immunità agli animali domestici. 

A seconda della specifica tipologia di dispositivo scelto, si potrà contare anche su rilevatori di rottura dei vetri e delle finestre nonché su strumenti di compensazione della temperatura affinché lo strumento non si deteriori.

Sicurezza in casa: la scelta dell’antifurto

Scegliere l’antifurto da installare nella propria abitazione, non è sempre una scelta così scontata. Esistono, infatti, tantissime tipologie di antifurti e, non tutte fanno sempre al caso proprio.

Nella scelta del sistema d’allarme più opportuno per la propria casa, entrano in gioco tanti aspetti da considerare. Uno fra questi, è sicuramente la fascia di prezzo. Benché il fattore economico debba essere assolutamente valutato. è bene concentrarsi, in questo caso, sulla qualità dello strumento che si intende acquistare dal momento che, si tratta della sicurezza della propria abitazione nonché di quella personale.

Prima di scegliere un antifurto, inoltre, bisogna informarsi anche sulle diverse tipologie esistenti in modo tale da scegliere quello che più soddisfi le proprie esigenze. I dispositivi più tecnologici, sono certamente quelli di tipo “Wireless” e, questi, sono anche i più scelti dal momento che, si adattano più facilmente a tutti gli ambienti. 

Un ulteriore fattore da considerare è l’eventuale collegamento del dispositivo da inserire nella propria abitazione con una centrale operativa di controllo. Nonostante l’allarme dell’eventuale intrusione arrivi sullo smartphone del proprietario di casa, è bene che vi sia una centrale operativa di esperti che monitori la situazione e avverta le Forze dell’Ordine se opportuno.

Conclusione

Al giorno d’oggi, non è così infrequente subire un furto nella propria abitazione. Sono tantissime le persone che hanno deciso di installare in casa un sistema d’allarme.  I dispositivi più scelti sono sicuramente i rilevatori di apertura e movimento poiché grazie alla tecnologia avanzata di cui godono, sembrano essere quasi del tutto infallibili.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *