Da gennaio senza plastica, il progetto di Serenissima Ristorazione per le scuole di Brindisi

164

Zero plastica nelle scuole: il 18 dicembre il Comune di Brindisi e Serenissima Ristorazione, leader nel settore della ristorazione collettiva, hanno presentato un’iniziativa che prevede lunch box gratuiti per sei istituti del territorio. Fondata da Mario Putin, l’azienda persegue la sua strategia di supportare le comunità nelle aree in cui opera.

Serenissima Ristorazione

Lunch box per 6 scuole: Serenissima Ristorazione e Comune di Brindisi lanciano l’iniziativa ecosostenibile

Risparmiare 5mila Kg di plastica ogni anno: nasce con questo obiettivo l’iniziativa promossa da Serenissima Ristorazione insieme al Comune di Brindisi che dal 7 gennaio prossimo coinvolgerà in città sei istituiti scolastici. L’azienda fondata da Mario Putin, attiva nel campo della ristorazione, consegnerà alle scuole 800 lunch box: contenitori, completi di posate, resistenti e lavabili che prenderanno il posto della plastica monouso.




Un progetto di sostenibilità ambientale e del riuso che punta a sensibilizzare ulteriormente sul tema genitori e alunni: in base a una direttiva europea, dal 2021 non si potranno più utilizzare alcuni prodotti di plastica, tra i quali piatti e posate. La Scuola Materna Sant’Antonio Casale, la Scuola Materna Alberti, la Scuola Elementare Marinaio D’Italia, la Scuola Elementare Don Milani, la Scuola Materna Don Bosco e la Scuola Materna Piaget sono i primi sei istituti ad aver aderito all’iniziativa: nei prossimi mesi i lunch box di Serenissima Ristorazione e del Comune di Brindisi potrebbero arrivare anche in altri plessi, nell’ottica di coinvolgere sempre più il territorio. Il progetto, presentato il 18 dicembre scorso dal sindaco Riccardo Rossi, si inserisce nel piano strategico triennale del gruppo guidato da Mario Putin, che prevede investimenti per 100 milioni di euro in interventi ecosostenibili.

Sostenibilità e vicinanza al territorio: l’impegno del Gruppo Serenissima

Nata negli anni ’80, Serenissima Ristorazione è oggi leader nella ristorazione commerciale, socio-sanitaria, scolastica e aziendale. Fin dalla sua nascita l’azienda promuove una cultura dell’alimentazione sana e corretta: una mission che si esprime anche attraverso il sostegno ai territori dove la realtà è presente. Oltre ai progetti sociali avviati in collaborazione con scuole, ospedali o case di riposo, nel 2019 Serenissima Ristorazione ha deciso di supportare alcune fattorie e cooperative italiane acquistando i prodotti che provengono da attività in linea con la politica aziendale di sostenibilità.




“Insieme si può” è un progetto che coinvolge realtà come la Cooperativa della Lenticchia IGP di Castelluccio di Norcia, prodotto antico e nutriente originario del Comune colpito dal sisma del 2016 o la Fattoria Sociale Massignan di Brendola nata con lo scopo di accogliere persone con disabilità e fornire loro opportunità terapeutiche, lavorative, di integrazione e di inclusione attraverso la produzione di vini bio, tra cui il Pinot Grigio e il Passito.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *