E-mobility, lo studio 2020 di Enel, Symbola e Fca: l’analisi dell’AD Francesco Starace

50

“La mobilità elettrica sta portando un enorme cambiamento e l’Italia, come racconta “100 Italian E-Mobility Stories 2020” gioca un ruolo di primo piano nel processo di transizione verso la mobilità sostenibile”: l’AD e DG Francesco Starace presenta il terzo report realizzato da Enel insieme a Fondazione Symbola e, per la prima volta quest’anno, a Fca.

Francesco Starace, AD Enel

Francesco Starace: il report 2020 sullo sviluppo della e-mobility, l’Italia gioca un ruolo di primo piano

Innovazione, sostenibilità, economia circolare: “100 Italian E-Mobility Stories 2020” racconta di un’Italia “che gioca un ruolo di primo piano nel processo di transizione verso la mobilità sostenibile”. Lo sottolinea l’Amministratore Delegato e Direttore Generale di Enel Francesco Starace che lo scorso 8 luglio ha presentato lo studio realizzato dal Gruppo insieme a Fondazione Symbola e, per la prima volta quest’anno, a Fca. È il terzo report, realizzato a cadenza annuale, per fare il punto sullo sviluppo della mobilità elettrica attraverso le storie, 100, di imprese, centri di ricerca e associazioni Made in Italy che, nel proprio settore, ne contribuiscono all’evoluzione. Il design, la produzione di veicoli, componentistica e batterie, le infrastrutture di ricarica: l’Italia può dirsi tra i protagonisti della rivoluzione della mobilità green. “È per noi motivo di orgoglio che in questa versione del libro ci sia la testimonianza della rivoluzione tecnologica che è ormai protagonista di questi tempi” ha sottolineato l’AD di Enel Francesco Starace parlando delle esperienze ripercorse nel report 2020: “Cento storie di idee, tecnologie e progetti portati avanti con passione e determinazione, che rappresentano un’importante opportunità economica e contribuiscono allo sviluppo del settore automobilistico e dell’intero Paese”.

Francesco Starace: l’impegno di Enel nel promuovere la crescita della mobilità elettrica

“Non solo innovazione: grande attenzione è data alla sostenibilità e all’economia circolare” ha ribadito l’AD di Enel Francesco Starace nel corso della presentazione di “100 Italian E-Mobility Stories 2020”. “La crescente concentrazione della popolazione mondiale in grandissime aree metropolitane chiede a gran voce un ripensamento di tanti stili di vita” ha aggiunto l’AD spiegando come ciò passi necessariamente “attraverso una mobilità sostenibile, pubblica e privata, che non sia dannosa per l’ambiente e che si annuncia prepotentemente e sempre più chiaramente elettrica”. In Enel “ci occupiamo della parte meno ‘divertente’ di questa transizione, ovvero assicurare un’infrastruttura di ricarica pervasiva, funzionante e al passo con i tempi, che sia in grado di rendere normale e comoda la vita dei proprietari di auto elettriche” ha rimarcato l’AD: “Abbiamo già fatto un grosso lavoro in Italia e in Spagna e ora stiamo cominciando in Romania. E come punti di ricarica privati, a casa, siamo i secondi al mondo. Ma non c’è solo l’auto”. In merito Francesco Starace ha parlato della “straordinaria esperienza” del Gruppo in America Latina dove sta gestendo una grande flotta di autobus elettrici: “È una soluzione che potrebbe essere portata da subito in Europa e in Italia, con un incredibile miglioramento della qualità della vita nelle città. E con un’incredibile convenienza sul piano economico”.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *