fondi di investimento

Fondi di Investimento o Beni Rifugio per Difendersi dalla Crisi ?

141

I fondi di investimento sono metodologie di investire che differiscono dagli investimenti sui titoli diretti in quanto rappresentano metodi di risparmio collettivo gestiti da una banca o da altra società definita secondo regole stabilite con la legge 23 marzo 1983 n 77.
Questi fondi sono nati per diminuire i rischi che sono rappresentati dall’acquisizione dei singoli titoli, la logica di questi fondi di investimento comuni è quella di distribuire il rischio tra investimenti diversificati.
Nonostante questo negli ultimi anni anche i fondi di investimento hanno subito perdite dovute ai ripetuti crolli verificatesi a causa dei vari dissesti dovuti alle crisi più profonde.
Un crollo di mercato si definisce quando le perdite raggiungono il 20% del valore in poche sedute di borsa, in questi casi solo i beni rifugio come l’oro.
I beni rifugio sono soliti resistere ed anzi aumentare di valore sulla spinta degli investitori in fuga da altri asset che creano riserve auree anche fisiche facili da monetizzare anche presso attività al di fuori del mercato azionario come questo compro oro Firenze.
I fondi di investimento per quanto possano essere equilibrati e ben distribuiti nel calcolo del rischio non nascono per essere beni rifugio e per questo non possano dare lo stesso livello di protezione dei beni rifugio come l’oro.
Questi nascono principalmente con lo scopo di dare utili agli investitori che ne acquisiscono le azioni.
Questo li rende soggetti ad eventuali rischi endemici dei mercati azionari, tra i fondi di investimento più importanti abbiamo player del livello di Blackrock, Vanguard, ecc.
Questi metodi di investimento comuni sono gestiti da società e banche molto potenti che sono in grado spesso di prevedere e talvolta di condizionare l’andamento di alcuni mercati.
La filosofia di questi fondi è totalmente diretta all’ottenimento di utili, questo li rende spesso più performanti rispetto ai classici titoli azionari ma allo stesso momento sono talvolta al centro di polemiche da parte di chi li ritiene speso dannosi rispetto all’economia reale.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *