Huawei e HarmonyOS senza Google qual è il piano B di Huawei

Huawei e HarmonyOS: senza Google qual è il piano B di Huawei?

464

Huawei è nei guai da quando gli Stati Uniti hanno imposto divieti commerciali alla società cinese nel maggio 2019. Ciò ha un impatto su molti degli interessi di Huawei, compresi i suoi smartphone.

“Abbiamo elaborato un piano per questo possibile risultato”, ha commentato Jeremy Thompson, vicepresidente esecutivo del Regno Unito, in un’intervista con la BBC subito dopo la quotazione di maggio 2019. “Abbiamo un programma parallelo in atto per sviluppare un’alternativa. Preferiremmo lavorare con Android, ma se ciò non dovesse accadere in futuro, abbiamo un’alternativa in atto che pensiamo delizierà i nostri clienti”.

Questa alternativa si chiama HarmonyOS, un sistema operativo multipiattaforma annunciato alla Huawei Developers Conference nell’agosto 2019.

Non appena è apparso il litigio con gli Stati Uniti, abbiamo iniziato a sentire parlare di un piano B. Ma non è stata la prima volta che abbiamo sentito parlare dei piani di Huawei poiché se ne parlava nel marzo 2019. Richard Yu, CEO di Huawei business dei dispositivi, ha detto all’epoca che c’era un piano B, ma avrebbero preferito lavorare con partner come Google e Microsoft, cosa che l’azienda mantiene e fa ancora, in una certa misura.

HarmonyOS è stato presentato nell’agosto 2019, dovrebbe essere un sostituto di Android, ma non è stato così. HarmonyOS è stato implementato per applicazioni IoT e televisori, ma alla Huawei Developer Conference (HDC) 2020, Huawei ha confermato che la versione beta di HarmonyOS 2.0 per smartwatch e TV era in arrivo e una versione beta per smartphone è stata lanciata a dicembre 2020.

Nella tarda primavera del 2021 Huawei ha utilizzato un evento di lancio dedicato per mostrare HarmonyOS e lanciare i suoi primi dispositivi portatili che eseguono il software: MatePad Pro e Huawei Watch 3, mostrando la versatilità del sistema.

Huawei ha confermato che HarmonyOS è conosciuto come HongMengOS in Cina. HongMengOS è stato uno dei primi nomi a comparire subito dopo il litigio negli Stati Uniti e abbiamo incontrato per la prima volta HarmonyOS come marchio prima

Che cosa eseguirà HarmonyOS?

  • Piattaforma multidispositivo
  • Wearables, IoT, smart home, TV, smartphone
  • Tablet e orologi lanciati nel 2021

HarmonyOS è stato presentato ufficialmente all’HDC nell’agosto 2019. È descritto come un sistema operativo distribuito basato su microkernel, progettato per funzionare su tutti i tipi di dispositivi.

Huawei inizialmente ha affermato che avrebbe iniziato con smartwatch, dispositivi indossabili, unità principali per auto e smart TV. Ciò ha preso il via durante il lancio del keynote di HarmonyOS nel giugno 2021, quando ha annunciato l’ultima generazione di tablet MatePad Pro e la serie Huawei Watch 3, che eseguono entrambi HarmonyOS.

Sulla base di ciò, degli annunci di HDC 2020 e della conferma del lancio di una versione beta per i telefoni, sembra che Huawei si stia finalmente spostando nel proprio ecosistema dedicato. Ciò significa che i nuovi smatphone come Huawei Nova 9 avrà HarmonyOS.

Questo software, infatti, sarà installabile anche sui dispositivi attuali.

Infatti, al lancio di Huawei Mate X2 nel febbraio 2021, Richard Yu ha confermato che sarebbe stato disponibile un aggiornamento per passare da EMUI a HarmonyOS, rendendo la piattaforma alternativa per smartphone di Huawei molto più reale.

 

Huawei ha dichiarato al lancio di HarmonyOS che se non può utilizzare Android in futuro passerà immediatamente a HarmonyOS. Il ritorno di Huawei all’esperienza completa di Google Android ora sembra molto improbabile.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *