oro come denaro

Oro Come Denaro, Anzi Meglio

68

Oro come denaro sembra una affermazione di altri tempi, quando per commerciare con paesi molto lontani che adottavano monete diverse non riconosciute a livello globale veniva accettato in pagamento solo oro in qualsiasi forma esso fosse.
Oggi in una economia dominata da una finanza virtuale affermare che oro come denaro può sembrare quanto meno una frase anacronistica.
Nonostante ciò tale frase nasconde una realtà evidente, anzi la cosa ancora più importante da sottolineare è che oggi il prezioso metallo giallo è molto più sicuro e di valore delle valute attualmente in circolazione.
Un esempio molto semplice che non necessita di particolari competenze in economia ed in finanza è il fatto che dall’inizio del nuovo millennio sono proliferate in ogni luogo attività come questo compro oro Firenze.
Il prezzo dell’oro ha cominciato ad aumentare in modo molto significativo fin dall’eliminazione del sistema denominato Gold Standard.
In quel momento si decise che il valore delle valute stampate non doveva più essere agganciato ad un contro valore in oro.
Da quel momento le valute in circolazione hanno progressivamente a perdere di valore vittime di una inflazione endemica causata dal fatto che le valute non erano più garantite da nessun bene reale ma solo emesse a debito dalle banche centrali dei vari paesi.
Lo stesso dollaro, oggi in declino, ma per decenni considerato la valuta di cambio commerciale globale dagli anni 70 ad oggi ha perso il 98% del proprio valore a causa dell’inflazione.
Al contrario il prezzo dell’oro è aumentato in modo smisurato arrivando oggi alla soglia record di oltre 2000 dollari oncia.
Per questo motivo oggi più che mai l’affermazione oro come denaro può essere contestata ma non certo a favore delle valute correnti ma bensì del prezioso metallo giallo.
Anche le prospettive sembrano continuare su questo trend ancor più alimentate che nel passato da una crisi delle valute che potrebbe portare a cambiamenti epocali del sistema valutario.


TAG


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *