Quello che fai vale più di quanti anni hai: il consiglio di Alessandro Benetton

374

Nel nuovo video della rubrica #UnCaffèconAlessandro, pubblicata ogni settimana su Youtube e riproposta nella sezione video del portale del Corriere della Sera, Alessandro Benetton condivide il suo concetto di imprenditore, consigliando, a quanti desiderano diventarlo, di essere flessibili, intraprendenti e aperti a nuove sfide.

Alessandro Benetton

Per Alessandro Benetton non esiste l’età giusta: né troppo giovani né troppo vecchi

“Una cosa che sicuramente ho imparato in questi anni da imprenditore è che l’età non conta: troppo giovane, troppo vecchio, l’importante è solo quello che fai”. Spesso la paura di non avere l’età giusta può rappresentare un grosso limite all’iniziativa imprenditoriale e bloccare le idee sul nascere. In tal senso, Alessandro Benetton suggerisce che l’età giusta non esiste, perché quello che conta veramente nella vita, sia personale che professionale, è ciò che si riesce a dimostrare. “Io ho sempre avuto l’età sbagliata per fare quello che ho fatto: a 25 anni ero troppo giovane per fare il Presidente di un team di Formula 1, troppo giovane quando ho fondato 21Invest, troppo vecchio adesso per fare dei video su Youtube. Insomma, se ascolto gli altri sono sempre fuori tempo”. Un discorso di incoraggiamento e stimolo, quindi, da imprenditore a imprenditore, con il consiglio di essere sempre flessibili, uscendo dalle proprie zone di confort, senza attendere di essere pronti alla perfezione per intraprendere un progetto e lanciarsi in nuove sfide.

La carriera professionale di Alessandro Benetton

Alessandro Benetton nasce nel 1964 a Treviso. Si laurea in Business Administration presso l’Università di Boston nel 1987 e consegue un Master in Business Administration ad Harvard nel 1991. La sua prima esperienza professionale è in Goldman Sachs International, all’interno del dipartimento di Global Finance di Londra. Nel 1988 viene aletto Presidente di Benetton Formula, con cui raggiuge risultati importanti come i due Campionati del Mondo Piloti (1994, 1995) e il Campionato del Mondo Costruttori (1995). È fondatore di 21 Investimenti (oggi 21 Invest), società che l’ha portato ad essere riconosciuto come uno dei precursori del Private Equity in Italia. Dal 2012 al 2014 è, invece, Presidente di Benetton Group. Attualmente è Consigliere d’Amministrazione di Edizione Holding e di Autogrill, oltre che membro della giunta di Confindustria. È stato insignito del titolo di Cavaliere del Lavoro nel 2010.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *