Gadget pubblicitari: da semplice oggetto a strumento di diffusione del brand.

166

Quando si parla di impresa non si può non parlare di brand. Il brand rappresenta infatti il marchio distintivo di ogni impresa e organizzazione. Non stupisce dunque che l’attività di branding sia fra le più diffuse e fra le più importanti per un’impresa.

Ma cosa significa esattamente fare branding?

Da un punto di vista operativo, fare branding vuol dire sponsorizzare il proprio marchio, aumentare il valore percepito dal cliente, rendere distinguibile il proprio logo rispetto ai competitors. Fare branding significa però soprattutto raccontare una storia, trasmettere la propria identità. Proprio in tal senso, diverse sono le modalità utilizzate dalle imprese e dalle organizzazioni per trasmettere la propria brand identity.

I gadget pubblicitari

Fra queste, negli ultimi anni, ha ripreso piede quella della creazione dei gadget. Si tratta di piccoli oggetti, di uso comune e quotidiano, ai quali viene apposto il logo aziendale.

Tali oggetti si comportano quasi come ambasciatori aziendali. Portano con loro un’idea, una vision, la quale viene trasmessa in maniera implicita ma automatica ai soggetti che usano tali gadget o che ne entrano in contatto.

Vediamo nello specifico le funzioni svolte dai gadget.

Diffusione del brand

Il gadget ha la funzione di diffondere il brand e renderlo sempre riconoscibile. In questo modo ogni qual volta il cliente utilizzerà il gadget, si ricorderà dell’impresa. Inoltre questi oggetti vengono spesso conservati e non è raro che nel corso del tempo vengano riutilizzati anche in contesti familiari andando così a rafforzare il marchio in un contesto più comune.

Acquisizione nuovi clienti

Terzi soggetti che entrano in maniera indiretta in contatto con il gadget, possono in questa maniera venire a conoscenza del brand. Viceversa, se conoscono già la società l’utilizzo del gadget servirà da stimolo per far tornare in mente il brand e riaccendere l’interesse verso l’impresa.

Diffondere la brand identity

In relazione al tipo di gadget prescelto si può diffondere in maniera profonda l’identità aziendale.
E’ il caso ad esempio di quelle società che fanno dell’ecosostenibile il loro cavallo di battaglia e per questa ragione spesso utilizzano gadget ecocompatibili, prodotti con materiali riciclati e riciclabili.

Data la complessità dei ruoli ai quali assolve, non è così facile e immediato realizzare un gadget pubblicitario. Bisogna infatti tenere conto di diversi fattori. Innanzitutto il gadget scelto dovrà adempiere pienamente al suo ruolo. Per tali ragioni è di vitale importanza scegliere un oggetto che permetta di trasmettere in maniera adeguata la vision aziendale. I gadget infatti parlano di te. Devono dunque essere coerenti con la tua immagine.

L’oggetto deve inoltre essere utile e in linea col brand che trasmette e con i suoi valori. Proprio in riferimento all’utilità, spesso questi oggetti sono rappresentati da elementi di uso comune, quotidiano. Si va dunque da penne a chiavette usb, blocchi post-it, calendari, portachiavi ecc. Insomma, libero spazio alla fantasia con un occhio di riguardo all’utilità. I gadget così concepiti trasportano in maniera gratuita il brand in giro per il mondo. Vengono utilizzati durante le fiere, regalati durante le feste più importanti come il Natale o la fine dell’anno. O ancora vengono sfruttati per attività quotidiane.

Facciamo adesso una panoramica sulle diverse categorie di gadget che è possibile creare.

Gadget promozionali

Sono fra i più importanti. Si tratta di oggetti di diversa natura ai quali viene apposto il logo aziendale. Tale oggetto diventerà dunque un elemento di promozione gratuita per l’impresa. Ovunque sarà utilizzato si trasmetterà il brand della società. Non si tratta di una novità. I gadget promozionali sono infatti utilizzati da molto tempo. La loro diffusione però non sembra arrestarsi, anzi è forse vero il contrario. Negli ultimi anni assistiamo infatti ad una crescita importante del loro utilizzo.

Gadget aziendali

Si tratta di oggetti di uso comune che svolgono uno scopo non così banale. Rafforzano l’identità aziendale e il senso di appartenenza all’interno dei contesti in cui vengono utilizzati. Ecco che distribuire gadget aziendali ad un gruppo di lavoro, rappresenta la migliore forma per creare spirito di squadra e unità di intenti. Un gadget per un obiettivo comune da raggiungere!

Gadget personalizzati

Sono i più versatili fra i gadget. Si parla di diversi oggetti (t-shirt, boraccia, penne ecc.) che possono essere personalizzati in ogni minimo dettaglio, rendendo così davvero unico il risultato finale. Personalizzare il gadget significa fornire un marchio distintivo e unico nel rapporto fra impresa e terzi soggetti.

Gadget pubblicitari

Assolvono uno scopo quasi scontato, fare pubblicità all’impresa. Tuttavia non sono affatto banali. Infiniti sono infatti gli oggetti che possono essere destinati a tale compito così come infinite sono le possibilità di personalizzazione.

Abbiamo visto quindi il ruolo dei gadget come oggetto promozionale di un brand. E tu, cosa aspetti? Quale gadget è più adatto alla tua situazione?


TAG


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *