Trentino, le tappe della visita ufficiale di Maria Elisabetta Alberti Casellati

11

La visita istituzionale del Presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati in Trentino: tra i diversi incontri istituzionali, anche un momento di raccoglimento alla Campana dei Caduti e il saluto ai genitori di Antonio Megalizzi.

Maria Elisabetta Alberti Casellati, Presidente del Senato

Bolzano accoglie Maria Elisabetta Alberti Casellati

In Trentino per una serie di impegni istituzionali, il Presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati ha avuto modo anche di incontrare i genitori di Antonio Megalizzi, il giovane giornalista rimasto ucciso in un attentato a Strasburgo lo scorso 11 dicembre. Un fuori programma riportato da diverse testate: l’incontro infatti non era in agenda, ma il Presidente ha comunque voluto salutare i genitori del ragazzo e la sera del 25 luglio è andato a casa loro per manifestare la propria vicinanza. Durante la visita istituzionale, Maria Elisabetta Alberti Casellati ha fatto tappa a Bolzano, Trento e Rovereto. Il 25 luglio ha prima preso parte a un convegno organizzato dalla Camera di Commercio di Trento e di Bolzano con i rappresentanti delle categorie produttive ed economiche. Ha poi portato il proprio saluto ai rappresentanti della Federazione Trentina e Altoatesina della Cooperazione, sottolineando come la politica abbia il dovere di ascoltarne la voce, perché “è quella di chi ogni giorno si rimbocca le maniche per creare ricchezza e lavoro a beneficio di tutta la comunità“.




Maria Elisabetta Alberti Casellati a Trento e Rovereto

Il 26 luglio, il Presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati era a Trento, dove ha preso parte alla cerimonia di intitolazione della sala “Giudice Rosario Livatino” presso il Palazzo di Giustizia di Trento. È inoltre intervenuta alle celebrazioni per il ventesimo anniversario istitutivo delle Sezioni Giurisdizionali della Corte dei Conti per il Trentino-Alto Adige che si è tenuta presso il Castello del Buonconsiglio. In questa occasione è stata insignita dell’Aquila di San Venceslao, la più alta onorificenza dell’autonomia trentina. Prima di salutare il Trentino, Maria Elisabetta Alberti Casellati ha inoltre voluto fare tappa a Rovereto per un momento di raccoglimento alla Campana dei caduti, sul colle di Miravalle. Un luogo altamente simbolico che “rappresenta la volontà e l’intelligenza nel costruire l’incentivo della Pace, della solidarietà e dei diritti umani“. Il Presidente ha inoltre voluto lasciare un lungo messaggio nel Libro d’onore della Campana.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *